L’AUTOCERTIFICAZIONE “ANISAKIS FREE” : ISTRUZIONI PER L’USO

Numerose ricerche stanno dimostrando che il prodotto allevato è più sicuro rispetto al rischio potenziale “Anisakis” soprattutto perché il suo ciclo produttivo, a partire dal mangime, è controllato e comunque è più semplice “interrompere” il ciclo biologico del parassita. Da apripista in tal senso sono stati i produttori di salmone norvegesi che, in collaborazione con gli enti di ricerca norvegesi, hanno realizzato i primi studi mirati in tal senso al fine di verificare la possibilità di non dovere congelare obbligatoriamente il loro salmone destinato ad essere consumato crudo o tal quale. “Chiaramente – sottolinea la Dott.ssa V. Galli responsabile dello sportello legale di Eurofishmarket- parliamo di studi scientifici che hanno ricevuto il parere positivo dell’EFSA e che dunque hanno  portato al Regolamento (UE) n° 1276 del 2011

Leggi l’articolo completo

Leave a comment

Cresta Help Chat
Invia